its3

Il forte orientamento alla specializzazione, in settori strategici dell’economia nazionale e concrete esperienze sul campo rendono gli Istituti Tecnici Superiori vere e proprie fucine di lavoratori. I dati del Miur parlano chiaro: sul totale degli ITS, considerati tutti gli indirizzi esistenti in Italia, oltre il 60% degli studenti degli ITS ha trovato occupazione, con elevate percentuali di contratti a tempo indeterminato.

Se dal totale degli ITS si passa poi a prendere in considerazione gli indirizzi legati alla logistica e alla mobilità sostenibile, i già confortanti dati del Miur subiscono un’impennata incredibile. L’ITS Logistica, Ambiente, Sostenibilità e Trasporto di Verona, nostro gemello nel Nord Italia registra infatti nel primo triennio di vita un placement prossimo al 100%. Questo vuol dire che tutti gli studenti ad oggi specializzati in logistica presso ITS hanno trovato occupazione.

Il comparto della logistica muove ad oggi più del 7% del Prodotto Interno Lordo. Sebbene questo dato sia inevitabilmente destinato a crescere in un contesto economico-produttivo improntato alla globalizzazione e all’internazionalizzazione dei mercati, le aziende del settore faticano oggi a reperire tecnici altamente specializzati per soddisfare il proprio bisogno di personale, al punto che una recente ricerca realizzata da ManPower ha inserito i profili legati alla logistica tra i più richiesti in Italia.

Proprio la vasta domanda di professionalità nel settore ha spinto numerose aziende a sposare il nostro progetto formativo sin dai suoi primi mesi di vita.

Con una domanda di personale così elevata non stupisce che in Italia gli studenti degli ITS dedicati ai settori della mobilità e della logistica riescano a conseguire elevatissimi tassi di placement: più dell’80% dei tecnici specializzati formati riescono a trovare lavoro entro un anno dall’esame finale in posizioni coerenti con il percorso di studi effettuato.