L’alta formazione logistica come locomotiva del mondo post Covid

Per quanto possa apparire controtendenza, è proprio in periodi storici come questo che avvengono grandi mutamenti nel mercato del lavoro. A dire il vero la pandemia non ha fatto altro che velocizzare alcuni processi già naturalmente avviati: si pensi allo smart working, alla didattica e alla formazione a distanza o alle digtal skills sempre più richieste dalle aziende.

L’emergenza Coronavirus ha rimesso l’umanità di fronte a una condizione nella quale doversi ingegnare per poter continuare a vivere nonostante le restrizioni promosse dai governi di tutto il mondo al fine di contrastare l’atteggiamento pandemico del virus. Grazie alla tecnologia e alla resilienza che sta dimostrando l’umanità, il domani sarà un posto migliore. Rispetto ai grandi avvenimenti storici che hanno segnato gli ultimi cinquant’anni (come il crollo del Muro di Berlino o gli attentati dell’11 settembre), la pandemia non influirà sul processo di globalizzazione quanto sulle sue strategie attuative. In altre parole: il mondo, interconnesso com’è oggi, sta riuscendo ad attraversare questa fase delicata a schiena dritta, prevalentemente grazie alla logistica. Per questo il mondo post-covid ripartirà, per forza di cose, dalla logistica: se il mondo di ieri era già connesso, quello di domani dovrà permettere a queste connessioni di operare efficientemente secondo le variabili di tempo, qualità, quantità e sostenibilità ambientale. Invero, la logistica veste già i panni di locomotiva dell’economia globale…

 

Non possiamo che esserne orgogliosi qui all’ITS Logistica Puglia, dove non abbiamo mai interrotto l’erogazione dei nostri corsi di alta formazione per Tecnici Superiori della Logistica, toccando con mano gli avvenimenti di questa fase storica grazie alla nostra rete d’imprese nel settore logistica e trasporti, e anche in forza della nostra consolidata esperienza con Alis (Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile) in qualità di socio partecipante della nostra fondazione. La logistica, quindi, ha bisogno oggi più che mai di tecnici preparatissimi e che siano in grado di gestire la supply chain nella sua complessità, proprio come tutti i giovani che decidono di affidarsi al nostro Istituto Tecnico Superiore, preparandosi al mondo del lavoro in soli due anni. A testimonianza di ciò, l’articolo La sfida della logistica 4.0: formare le competenze digitali pubblicato da “Il Sole 24 Ore” riesce a fornire una sorta di testimonianza indiretta rispetto alla mission del nostro ITS, cioè formare personale d’avanguardia per le aziende di settore che sono e saranno protagoniste della rivoluzione digitale.

Secondo TTL (Think Tank della Logistica) ad oggi in Italia c’è una grave carenza di personale qualificato, ovvero le aziende che vogliono innovare il proprio business si scontrano con una realtà poco piacevole: mancano i tecnici con le giuste competenze digitali. Stiamo parlando di un comparto economico che muove il 9% del Pil nazionale, e mai come oggi appare necessaria una seria riflessione sulle azioni che l’apparato statale deve promuovere al fine di sostenere la logistica. Leggiamo nell’articolo: <<L’ampliamento della sfera di competenza dell’attività logistica, spingerà quest’ultima a gestire un flusso fisico e informativo sempre maggiore, dal quale ricavare i dati necessari alla corretta ottimizzazione del lavoro. E qui entra in gioco la componente decisiva dell’intero processo: le risorse umane. La logistica del futuro sarà una continua interazione dinamica, uno scambio di informazioni bidirezionale, che metterà in connessione tutta la catena logistica. Il logistico 4.0 non potrà prescindere da conoscenze informatiche e digitali, strumenti che svolgeranno un ruolo sempre più centrale. Tutto questo determinerà la necessità di un adeguamento delle competenze dei lavoratori. L’aspetto più importante sarà possedere le skill digitali adeguate al nuovo contesto, che saranno prerequisito necessario per poter svolgere un numero sempre più ampio di mansioni.>>

Come ITS giochiamo la nostra partita fornendo le competenze del futuro ai giovani iscritti che scelgono di formarsi insieme a noi.