La due giorni di ALIS e il futuro dell’intermodalità

Sostenibilità e competitività: sono queste le parole chiave protagoniste durante La due giorni di ALIS, evento tenutosi a Sorrento 27 e 28 aprile e che ha registrato oltre 4.000 presenze tra operatori dei trasporti e imprenditori del settore della logistica.

L’intermodalità, così come dichiarato dal presidente di ALIS Guido Grimaldi, oggi risulta avere i maggiori tassi di crescita degli ultimi anni, superando già i target previsti per il 2020 nel piano strategico nazionale della portualità e della logistica. Tutto questo è stato reso possibile attraverso una rete di aziende leader nel settore che ha contribuito in un anno a creare 1500 posti di lavori e che, grazie alle collaborazioni con università e ITS, mira a fare sistema per lo sviluppo economico della nazione.

Spazio rilevante è stato dato alla discussione e agli approfondimenti sul trasporto merci e dei raccordi con il mondo dei porti e interporti e con quello di treni e strade: in pratica le così dette autostrade del mare. È anche da qui che passano le chance di sviluppo dell’Italia, naturale piattaforma logistica protesa nel Mediterraneo ma che per essere sfruttata in tutte le sue potenzialità ha bisogno di una vera governance.

Obiettivi ambiziosi per ALIS che ha individuato la strada giusta e tracciato una rotta precisa per far crescere il Paese e le sue imprese.